EDITORIALE

Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza: i miei primi 90 giorni

<p>Ho assunto la titolarità dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza da circa tre mesi e sono stati giorni di intenso lavoro: di ascolto, innanzitutto, perché i soggetti che a diverso titolo si occupano dei diritti delle persone di minore età sono molti. Tante realtà che fanno capo ad istituzioni, ad associazioni e ad ordini professionali, anche molto diversi fra loro. Tutte realtà impegnate a costruire risposte avendo a cuore bambini e adolescenti. Ciò da una parte ha richiesto un’intensa attività di indagine, non certo esaurita, sullo stato degli interventi a favore di bambini e ragazzi, dall’altra ha permesso di mettere in luce un primo importante punto, cioè la necessità di costruire una rete per dare la giusta forza all’impegno collettivo.</p>

<p>Per questo, tra i primi impegni, ho voluto convocare <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/conferenza-di-garanzia-1%C2%B0-giugn... target="_blank">la Conferenza nazionale di garanzia dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza</a>, composta dai Garanti regionali e delle Provincie autonome, al fine di avviare con loro un confronto sui temi più rilevanti di comune interesse. E anche per questo, sin dall’inizio, ho espresso la necessità di individuare la figura del Garante in ogni Regione italiana. Continuerò a farlo, perché <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/la-garante-albano-colloquio-con-il-m... target="_blank">alcune Regioni mancano ancora all’appello</a>.</p>

<p>Successivamente, mi sono attivata per ricostituire la Consulta nazionale delle associazioni e delle organizzazioni preposte alla promozione e alla tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, un organismo permanente di consultazione dell’Autorità che raccoglie i soggetti maggiormente rappresentativi impegnati in attività dedicate a bambini e adolescenti.</p>

<p>Inoltre, ho cominciato ad incontrare tutti i soggetti istituzionali competenti - a diverso titolo e su diversi fronti - in materia di politiche e interventi rivolti alle persone di minore età.</p>

<p>Sono stata chiamata ad esprimere il mio parere in sede di Commissioni parlamentari in ambito di indagini conoscitive e di progetti di legge che coinvolgono, a diverso titolo, i diritti delle persone di minore età (audizioni <a href="http://documenti.camera.it/leg17/resoconti/commissioni/stenografici/html... target="_blank">minori fuori famiglia</a>; <a href="http://webtv.camera.it/archivio?id=9704&amp;position=0" target="_blank">adozione e affido</a>; <a href="http://webtv.camera.it/archivio?id=9854&amp;position=2" target="_blank">videosorveglianza</a>).</p>

<p>A ridosso di una stagione densa di appuntamenti importanti, come la riforma delle adozioni, la riforma del processo civile con la prospettata eliminazione dei Tribunali per i minorenni e la ridefinizione del sistema di accoglienza rivolto ai minori non accompagnati, ho cominciato a promuovere incontri tecnici e con esperti specificatamente dedicati a questi temi. In attesa dell’approvazione - da parte del Consiglio dei Ministri - del Piano nazionale per l’infanzia, ho inoltre ricevuto e recepito le osservazioni raccolte nel <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/non-facili-ricette-ma-un%E2%80%99all... target="_blank">9° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza</a>, redatto dal gruppo CRC, e presentato l’8 giugno di quest’anno.</p>

<p>Molta parte dell’attività propria dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza rientra nella funzione di raccordo tra i diversi attori preposti a regolamentare gli interventi che coinvolgono le persone di minore età. Allo stesso tempo, in qualità di Garante, mi sono espressa su diverse situazioni complesse e spesso drammatiche: dall’accoglienza dei <a href="http://www.garanteinfanzia.org/il-garante/editoriali/minorenni-stranieri... stranieri</a>, ai fenomeni di tratta e <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/garante-albano-30-luglio-giornata-mo... target="_blank">prostituzione minorile</a>, <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/minorenni-vittime-e-autori-di-reati-... target="_blank">violenza</a>, <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/abusi-sui-minori-%C3%A8-necessario-a... target="_blank">abuso</a>, <a href="http://www.garanteinfanzia.org/il-garante/editoriali/lettera-aperta-dell... target="_blank">bullismo</a>&nbsp;e <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/i-rischi-dei-nuovi-media-la-garante-... target="_blank">cyberbullismo</a>; dall’importanza di un’<a href="http://www.garanteinfanzia.org/il-garante/editoriali/la-garante-albano-s... target="_blank">educazione all’affettività</a>&nbsp;e del <a href="http://www.garanteinfanzia.org/news/tutela-delle-persone-di-minore-et%C3... target="_blank">ruolo della famiglia</a>&nbsp;alla necessità di riattivazione di importanti organismi di supporto alle politiche per l’infanzia e l’adolescenza.</p>

<p>Difficile tracciare un quadro delle priorità tra tanti temi: una sfida che a tratti sembra impossibile, considerando l’esiguo gruppo di persone e mezzi di cui dispongo. Eppure una sfida professionale e umana entusiasmante.<br />
<br />
<strong>Allegato:</strong>&nbsp;<a href="http://garanteinfanzia.s3-eu-west-1.amazonaws.com/s3fs-public/Impegni%20... miei primi 90 giorni</a></p>