Cyberbullismo, il progetto Off Line arriva a Perugia

Farà tappa a Perugia, mercoledì 20 marzo, “Off Line – La vita oltre lo schermo”, il progetto nazionale itinerante promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza contro bullismo e cyberbullismo. All’incontro, che si svolgerà al Centro congressi Capitini a partire dalle ore 9, prenderanno parte 950 studenti provenienti da quattro scuole secondarie. Si tratta del terzo appuntamento di un tour inaugurato a Napoli il 26 febbraio con l'8 marzo seconda tappa a Forlì e che nei prossimi mesi raggiungerà altre otto città italiane.

Nel corso dell’evento sarà proiettato il docufilm “dodicidue” basato sulla vera storia di Alice, vittima per tre anni di vessazioni e maldicenze. Le sequenze saranno accompagnate dalla narrazione di Luca Pagliari, giornalista e storyteller, che al termine dell’incontro inviterà i ragazzi a uno scambio di opinioni e di esperienze.

“Il contrasto al bullismo e al cyberbullismo passa proprio dal coraggio di parlare che i ragazzi devono imparare ad acquisire. Per questo abbiamo promosso il progetto Off Line, che punta a scuotere le coscienze” dice la Garante Filomena Albano. “La storia di Alice – prosegue –  dimostrerà che la sofferenza e il disagio si possono superare condividendo il dolore e denunciando i soprusi subiti. Allo stesso modo ci auguriamo che quanto accadrà in sala possa essere di stimolo, per chi compie atti di bullismo o vi assiste, a prendere consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni e a capire che si è responsabili non per qualcosa ma verso qualcuno”.

Saranno presenti gli studenti del Liceo Scienze umane – economico sociali - linguistico "Assunta Pieralli", dell’Istituto tecnico tecnologico "Alessandro Volta", del Liceo scientifico "Galeazzo Alessi" e dell’Istituto tecnico economico tecnologico "Aldo Capitini".