Safer Internet Day: al via la Campagna “Se mi posti ti cancello”, per un uso sicuro e positivo di Internet

L'11 febbraio 2014 si celebra il Safer Internet Day 2014, la giornata istituita dalla Commissione Europea, nell’ambito del programma Safer Internet, per la promozione di un utilizzo sicuro e responsabile dei Nuovi Media tra i più giovani. Il tema scelto quest'anno è "Let's create a better Internet together!": un invito alla responsabilità per promuovere un uso positivo dei nuovi media e a contribuire a rendere il web un luogo sicuro per tutti.

Secondo il 69% dei ragazzi under 18, infatti, il bullismo rappresenta la principale minaccia. Quando si viene presi di mira il 15% non si confida con nessuno. Per questo martedì 11 febbraio, in occasione delle celebrazioni del Safer Internet Day, è stata lanciata la campagna “Se mi posti ti cancello”.

La campagna promuove un uso sicuro e positivo di Internet e si rivolge ai ragazzi e ragazze con una forte call to action: un video di lancio li inviterà infatti a prendere parte ad un percorso che culminerà nella realizzazione di una web serie. La campagna si svilupperà nel corso dell’anno scolastico 2013/2014, sino alla realizzazione della web serie prevista per la seconda metà del 2014. L’invito a partecipare è a tutti gli adolescenti, con un video da postare su www.semipostiticancello.it e una web serie.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto Generazioni Connesse - Safer Internet Center italiano, il partenariato composto da alcune tra le principali realtà italiane che si occupano di promuovere fra i minorenni un uso consapevole dei Nuovi Media (Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Cooperativa E.D.I., Movimento Difesa del Cittadino), coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e co-finanziato dalla Commissione Europea.

Il Garante Vincenzo Spadafora, per richiamare l’attenzione su questi temi, ha messo in campo alcune iniziative di sensibilizzazione e comunicazione usando proprio il mezzo di cui si parla, ovvero Internet: dal videoforum su Repubblica.it al lancio di un appello sui canali social con l'hashtag #facciamorete, al quale hanno già aderito diversi personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura. "La rete è un amplificatore straordinario della realtà, è una lente d'ingrandimento di umane virtù e debolezze – ha detto il Garante. Occorre vigilare sugli eccessi e sui pericoli, investire nella scuola, nella cultura, aiutare i genitori e gli operatori sociali. Ma più di ogni altra cosa è necessario accrescere la consapevolezza dei ragazzi, tra spirito critico e condivisione di valori, rafforzando le occasioni di dialogo e l’ascolto, per costruire insieme una rete migliore, come ci suggerisce lo slogan della Giornata.”

Allegato