Cyberbullismo, fa tappa a Como il progetto “Off Line”

Arriva a Como “Off Line – La vita oltre lo schermo”, il progetto nazionale itinerante promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia) contro bullismo e cyberbullismo. All’incontro, ospitato dall’Istituto Giosuè Carducci a partire dalle ore 9, prenderanno parte oltre 600 studenti di scuole secondarie di primo e secondo grado.

Nel corso dell’evento sarà proiettato il docufilm “dodicidue” basato sulla vera storia di Alice, vittima per tre anni di vessazioni e maldicenze. Le sequenze saranno accompagnate dalla narrazione di Luca Pagliari, giornalista e storyteller, che al termine dell’incontro inviterà i ragazzi a uno scambio di opinioni e di esperienze.

“Il contrasto al bullismo e al cyberbullismo passa proprio dal coraggio di parlare che i ragazzi devono imparare ad acquisire. Per questo abbiamo promosso il progetto Off Line, che punta a scuotere le coscienze” dice la Garante Filomena Albano. “La storia di Alice – prosegue – dimostrerà che la sofferenza e il disagio si possono superare condividendo il dolore e denunciando i soprusi subiti. Allo stesso modo ci auguriamo che quanto accadrà in sala possa essere di stimolo, per chi compie atti di bullismo o vi assiste, a prendere consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni e a capire che si è responsabili non per qualcosa ma verso qualcuno”.

Saranno presenti gli studenti dell’Istituto comprensivo Como Rebbio, dell’Istituto comprensivo Como Lago, dell’Istituto comprensivo Como centro città, dell’Istituto comprensivo Como nord, dell’Istituto comprensivo Cernobbio, dell’Istituto comprensivo Borgovico, dell’Istituto professionale per i servizi commerciali turistici e sociali Gaetano Pessina, del Liceo scientifico e linguistico Paolo Giovio, dell’Istituto di istruzione superiore Da Vinci – Ripamonti, dell’Istituto di istruzione superiore Paolo Carcano, dell’Istituto di istruzione superiore Gian Domenico Romagnosi e dell’Istituto di istruzione superiore Alessandro Manzoni.