Convenzione di New York, concorso per le Secondarie

Scadrà il 20 ottobre il termine del bando dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e il Miur, diretto alle scuole secondarie di primo e secondo grado, del concorso “Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo”. La Convenzione ONU sui diritti del fanciullo compie 30 anni.

L’obiettivo è coinvolgere attivamente gli studenti nell’analisi e nella rielaborazione di alcuni articoli della Convenzione a partire dall’osservazione della propria quotidianità. Si segnalano in particolare l’articolo 2, che sancisce il principio di non discriminazione; l’articolo 28 sul diritto a ricevere un’istruzione e l’articolo 29 che fissa lo scopo dell’educazione e dell’istruzione.

È possibile partecipare al concorso attraverso testi ed elaborati scritti, tra i quali:

  • racconti, ricerche, soggetti, fino a un massimo di 7000 battute, spazi inclusi;
  • poesie e canzoni, fino a un massimo di 3000 battute, spazi inclusi;
  • fumetti fino a un massimo di 4 cartelle;
  • sceneggiature fino a un massimo di 10.000 battute, spazi inclusi.

La proclamazione dei vincitori avverrà il 20 novembre 2019 a Roma alla Camera dei deputati in occasione del trentennale della Convenzione di New York alla presenza del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca e dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

Ciascuna scuola secondaria di primo e secondo grado può presentare un massimo di tre elaborati. Possono essere redatti sia dall’intera classe, sia da un gruppo di studenti o da singoli studenti. Scarica il bando e la scheda di iscrizione.

Gli elaborati corredati dalla scheda dovranno essere inviati entro e non oltre le ore 23:59 del 20 ottobre 2019, tramite posta elettronica certificata, alla Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione, dgsip@postacert.istruzione.it, indicando nell’oggetto: Concorso nazionale: “Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo” (Malala, premio Nobel per la Pace). La convenzione ONU sui diritti del fanciullo compie 30 anni.