I dieci suggerimenti dell’Autorità garante per spiegare il coronavirus ai bambini

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha raccolto e riscritto in un linguaggio adatto ai più piccoli dieci suggerimenti utili ad aiutare gli adulti a far vivere bene ai bambini la fase di emergenza provocato dall’epidemia di Covid-19. Il decalogo, pubblicato sul sito ufficiale dell’Agia e diffuso sui social, si intitola Coronavirus. Come spiegarlo ai bambini. Ne è stata redatta che una versione in inglese.

Sono dieci le domande per le quali la pubblicazione suggerisce le risposte. E sono tutte ricavate dai suggerimenti della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero della salute, di quello all’istruzione, dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù e del Policlinico di Milano. Ecco alcuni esempi: Cosa è il coronavirus? Perché non posso andare a scuola? Perché mi hai detto che non possiamo andare dai nonni? Cosa succede se non mi lavo le mani? E ancora: Posso giocare con il cane? Posso andare al parco? Mamma, mi manca la maestra.

“Cari genitori – scrive l’Autorità nell’introdurre alcuni suggerimenti su cosa dire e su come rispondere ai tanti perché dei bambini – anche se stiamo vivendo una situazione complicata che richiede di tenere alta l’attenzione, non dobbiamo trasmettere paura ai più piccoli. Dobbiamo certamente proteggerli, ma senza spaventarli, e soprattutto dobbiamo dialogare con loro sui rischi e sui comportamenti da tenere, per responsabilizzarli. Utilizzando un linguaggio chiaro e comprensibile, adatto alla loro età”.