Tutela volontaria di Msna: pubblicato il terzo Rapporto di monitoraggio 

Il totale dei tutori volontari di minori stranieri non accompagnati iscritti negli elenchi istituiti presso i tribunali per i minorenni al 31 dicembre 2020 risulta essere di 3.469. Un numero in aumento rispetto alla precedente rilevazione, che ne aveva contati, al 30 giugno 2019, 2.965. È quanto emerge dal terzo Rapporto di monitoraggio sul sistema della tutela volontaria (1° luglio 2019 – 31 dicembre 2020) pubblicato oggi sul sito della tutela volontaria (tutelavolontaria.garanteinfanzia.org).  

Tre tutori volontari su quattro sono donna. La percentuale varia da un minimo di 56% per il tribunale per i minorenni di Bolzano a un massimo di 89% per quello di Napoli. Il 66% dei tutori volontari ha un’età maggiore di 45 anni contro il 62% della precedente rilevazione, con un picco nella classe 46-60 anni. La maggior parte dei tutori volontari (77.9%) è occupata e in gran parte svolge una professione intellettuale, mentre la percentuale di tutori pensionati resta costante tra il 10 e l’11%. È laureato il 77.3% dei tutori volontari, mentre il 21,2% è in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore. 

Dalla data di entrata in vigore della legge 7 aprile 2017, n. 47 (6 maggio 2017) fino al 31 dicembre 2020 risultano attivati e conclusi complessivamente 80 corsi, in gran parte promossi dai garanti regionali e delle province autonome e dei quali 17 organizzati dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (nell’ultimo periodo uno in Abruzzo e uno in Toscana). Gli aspiranti tutori volontari sono stati 3.255. Di essi quelli che hanno iniziato i corsi sono stati 2.944: il 90% ha concluso i corsi e il 75% ha dato il consenso a essere inserito negli elenchi presso i tribunali per i minorenni.