Archivio News

Relazione al Parlamento: “Gli adulti si prendano le responsabilità: non lasciamo soli i più piccoli”

In Italia ci sono nove milioni e 800 mila minorenni. “Non lasciamoli soli”.  È con questo appello alla responsabilità degli adulti – genitori, comunità e istituzioni – che l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza Filomena Albano ha introdotto la Relazione annuale al Parlamento, presentata stamattina a Montecitorio alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La presentazione, svolta nella Sala della Regina, è stata introdotta dai saluti del Presidente della Camera Roberto Fico.

“La Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza – ha affermato la Garante Filomena Albano – ha trasformato bambini e ragazzi da oggetto di protezione a soggetti titolari di diritti, ponendo le basi per un cambiamento nella relazione tra generazioni. Ciò però non può significare – come talora accade – che i genitori, la comunità e le istituzioni, senza assumersi le loro responsabilità, rinuncino al ruolo di guida nei confronti dei più piccoli. Quasi che l’aver assegnato loro dei diritti li abbia automaticamente resi capaci di orientarsi da soli nel mondo”.

Le responsabilità degli adulti e delle istituzioni

La responsabilità è la parola chiave sulla quale ha insistito Filomena Albano, richiamandola in ogni passaggio del suo discorso. Responsabilità che sorgono, ad esempio, quando la coppia va in crisi. Per questi casi l’Autorità garante ha elaborato la “Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori”, che invita a tener conto del punto di vista dei più piccoli. Oppure responsabilità che entrano in gioco, sempre per gli adulti, quando lasciano i ragazzi avventurarsi da soli nella rete senza un’adeguata consapevolezza.

Povertà e diseguaglianze

Ricordate pure le responsabilità delle istituzioni di fronte alle emergenze dell’infanzia. Quasi un minorenne su otto secondo l’Istat vive oggi in condizioni di povertà assoluta, mentre di contro l’offerta di servizi per l’infanzia tra regione e regione è disomogenea e ha bisogno di standard minimi uguali in tutto il territorio. “Servono più asili nido e più mense scolastiche di qualità e spazi gioco accessibili a tutti i bambini e una banca dati sulla disabilità”. È quanto ha chiesto Filomena Albano a Parlamento e istituzioni competenti attraverso la definizione di livelli essenziali delle prestazioni previsti dalla Costituzione.

Maltrattamenti e violenze

Sempre alle istituzioni l’Autorità garante ha domandato di rendere effettiva l’applicazione della legge sugli orfani di crimini domestici e di intervenire prima che le tragedie si consumino. “La violenza nei confronti dei bambini è prova che il sistema di protezione non ha funzionato. Sono troppi i casi, registrati anche negli ultimi giorni, di bambini maltrattati e uccisi da chi li avrebbe dovuti proteggere”. È indispensabile intercettare situazioni di fragilità, dare supporto alla genitorialità e far emergere il sommerso: il che significa, per i più piccoli, sapere di potersi sempre rivolgere a una persona di cui si fidano e, per gli adulti, farsi “sentinelle” del loro benessere. Ma significa anche rispondere all’esigenza di una raccolta dati costante e aggiornata sul fenomeno dei maltrattamenti e delle violenze, sollevata dall’Autorità garante e ribadita a febbraio nelle raccomandazioni all’Italia del Comitato Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Figli di detenuti

Ci sono poi, sempre secondo l’Autorità garante, bambini e ragazzi per i quali la condanna di un genitore rischia di divenire la propria: a loro va garantito il diritto a mantenere relazioni affettive ed educative. Ma anche bimbi che non dovrebbero crescere in carcere: ad aprile ce n’erano ancora 55 negli istituti detentivi.

Minorenni e legalità

C’è poi la richiesta di un impegno alle istituzioni per recuperare i ragazzi alla legalità e al rispetto delle regole: la mediazione penale può essere una risposta per accompagnare i minorenni autori di reato verso la consapevolezza delle azioni compiute e il riconoscimento della sofferenza delle vittime. “Ciò vale anche per i ragazzi più piccoli, che non hanno ancora compiuto 14 anni”.

Minori stranieri non accompagnati

Per i minorenni stranieri che arrivano soli nel nostro Paese, infine, l’Autorità ha ricordato il principio di non respingimento, il divieto di espulsione e il diritto a un’adeguata accoglienza. In questo i tutori volontari rappresentano una possibilità di integrazione e di argine verso rischi di marginalità sociale.

L’evento nella Sala della Regina

L’evento è stato aperto e chiuso dall’esecuzione dell’inno nazionale e di quello europeo da parte del coro della Schola Cantorum dell’Accademia di Santa Cecilia, composto da 40 ragazzi di età compresa tra 10 e 15 anni e diretto dal maestro Vincenzo Di Carlo. L’attore Massimo Poggio ha letto due brani di Gianni Rodari in tema di responsabilità genitoriale, mentre il giovane interprete Andrea Amato ha dato voce ai pensieri e alle richieste dei ragazzi autori di reato che seguono un percorso di recupero fuori dagli istituti detentivi.

Infine è stata la volta di Marco, cestista 17enne con disabilità, che ha portato la propria testimonianza sul tema dello sport inclusivo per i minorenni. Ha moderato i lavori la giornalista del Tg1 Elisa Anzaldo. L’evento è stato trasmesso in diretta su Rai 3 a cura della redazione del Tg3.

I sette cantieri aperti per i diritti in Italia

Sono sette almeno i “cantieri aperti” per l’attuazione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia sui quali richiamare l’attenzione. Riguardano: i rapporti familiari, la violenza sull’infanzia, l’inclusione, il rapporto dei minorenni con la giustizia, le dipendenze e la salute, l’educazione e l’Autorità garante. La Relazione al Parlamento sull’attività dell’Agia nel 2018 pone le basi per individuare oggi, alla luce delle emergenze attuali, sette tra gli ambiti prioritari di intervento per le istituzioni e il mondo degli adulti in generale a tutela di bambini e ragazzi che vivono nel nostro Paese.

  1. Rapporti familiari
    • Genitorialità: conciliare i tempi di vita e quelli di lavoro.
    • Affrontare le separazioni tenendo conto del punto di vista dei figli.
    • Mai più bambini in carcere. Colloqui con i genitori detenuti.
    • Conoscere quanti sono e chi sono i minorenni fuori famiglia.
  2. Violenza sull’infanzia
    • Prevenire e contrastare le violenze: una responsabilità di tutti.
    • Misure urgenti per gli orfani di crimini domestici.
  3. Inclusione
    • Più mense scolastiche, più asili nido, più parchi inclusivi e una banca dati per la disabilità.
    • Rendere effettivo il diritto al gioco e allo sport per tutti.
    • Minorenni di nuova generazione: "Garantire inclusione e partecipazione".
    • Minori stranieri non accompagnati e tutela volontaria.
  4. Minorenni e giustizia
    • Baby gang, le risposte nelle reti educative e nella lotta all’abbandono scolastico.
    • Dopo l’ordinamento penitenziario per i minorenni, ora introdurre la giustizia riparativa.
    • I ragazzi dell’area penale esterna: la responsabilità di recuperarli alla legalità.
  5. Dipendenze e salute
    • Droga e alcol: più educazione, prevenzione e controlli sanitari.
    • Salute mentale: servizi a misura di bambini e adolescenti.
  6. Educazione
    • Investire nella consapevolezza digitale di adulti e ragazzi.
    • Scuola: le priorità da attuare per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
    • Cyberbullismo, adottare il piano integrato di prevenzione e contrasto.
  7. L’Autorità garante
    • Rafforzare l’Autorità. Il Comitato Onu sui diritti dell’infanzia: maggiore autonomia e indipendenza all’Agia.

L'Autorità garante in cifre

Streaming (dalle 11) - Relazione al Parlamento dell'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza

In streaming dalle ore 11 del 19 giugno 2019 dalla web tv della Camera dei Deputati (e in diretta su Rai3) alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, presenta la Relazione annuale al Parlamento. Diretta: https://webtv.camera.it/evento/14578

Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza: il 19 giugno la Relazione al Parlamento

Mercoledì 19 giugno 2019 alle ore 11 l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza Filomena Albano presenta alla Camera dei Deputati la Relazione annuale al Parlamento. L’evento, che si terrà nella sala della Regina, costituisce l’occasione per trarre un bilancio delle attività svolte ed evidenziare le questioni aperte in tema di diritti dell’infanzia e dell’adolescenza su cui richiamare l’attenzione delle istituzioni. Prevista la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

In programma il saluto del Presidente della Camera Roberto Fico, quindi l’intervento dell’Autorità garante Filomena Albano. A seguire, letture e testimonianze.

La presentazione della Relazione sarà trasmessa in diretta su Rai 3 a cura del Tg3 a partire dalle ore 10,58. Streaming integrale su webtv.camera.it.

Programma

 

Gli alunni della San Tarcisio Bimbi Lieti di Ercolano in visita all’Agia

Trentasette alunni della scuola “San Tarcisio Bimbi Lieti” di Ercolano di quarta e quinta Primaria, accompagnati dalle insegnanti e alcuni genitori, hanno incontrato ieri pomeriggio a Roma l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano. I bambini, ospitati nella sede di via Villa Ruffo, hanno presentato alla Garante i loro lavori. Tra gli argomenti illustrati i diritti della Convenzione di New York, la Costituzione, i poteri dello Stato e il ruolo dell’Autorità garante. Letti anche alcuni dei diritti della Convenzione Onu “riscritti” e tradotti in inglese dai bambini. Tra di essi uno che suona così: “I genitori non dovrebbero sgridare i proprio figli senza motivo e dovrebbero ammettere quando sbagliano”. I piccoli hanno cantato una canzone contro la violenza e recitato alcune poesie da loro composte interpretando, infine, i versi de “La marcia dei diritti”.

Consegnate dalla Garante le copie del libro di Geronimo Stilton “Viaggio alla scoperta dei diritti dei bambini”. Filomena Albano ha illustrato la funzione di ascolto istituzionale dell’Autorità garante e ha chiesto agli alunni quali fossero, dal loro punto di vista, i diritti più importanti e le violazioni nei confronti dell’infanzia e dell’adolescenza. Tra i diritti sentiti come tali dai piccoli quelli alla famiglia, allo studio, a essere ascoltati, al sorriso, alla verità, all’amore, alla libertà e a essere bambini. Tra le violazioni: bullismo, cyberbullismo, l’irrisione nei confronti degli stranieri, le menzogne degli adulti, le immagini violente in tv, il non poter professare la propria religione, il non ascolto da parte dei grandi e il fatto che le persone non siano in condizione di fare le loro scelte liberamente. Nel salutare Filomena Albano i bambini hanno detto grazie “per l’impegno che mostra nella tutela di tutti noi”.

Dipendenze da droga e alcol, l’Autorità garante: “Si abbassa l’età, aumentare i controlli”

Dipendenze da droga e da alcol tra i minorenni: l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha scritto al Governo, alla Conferenza delle Regioni e a quella Stato Città. Con una nota di sensibilizzazione, la Garante Filomena Albano ha indicato 13 azioni da intraprendere a tutela di diritti fondamentali delle persone di minore età, primo tra tutti quello alla salute. Tra di esse quella di riconoscere precocemente i preadolescenti a rischio di dipendenze, assegnando un ruolo importante ai pediatri di libera scelta e ai medici di famiglia. “Bisogna aumentare la frequenza dei controlli periodici, i cosiddetti ‘Bilanci di salute’, tra i 10 e i 14 anni” ha chiesto l’Autorità garante. “Vanno rafforzati, a livello locale, i controlli sul rispetto dei divieti di vendita ai minori di 18 anni nei luoghi frequentati da giovani e giovanissimi”.

Una risposta complessiva

Sono sempre più numerosi i giovanissimi che fanno uso di sostanze stupefacenti e alcoliche” osserva Filomena Albano. “E come testimonia la comunità scientifica, si comincia sempre prima. È cambiato il modo di consumare droga, si allunga sempre di più l’elenco delle sostanze che eludono le norme vigenti e che possono essere reperite via internet”. L’Autorità garante ha ascoltato istituzioni, operatori e professionisti del settore. Dalle audizioni è emerso un quadro con esperienze di rilievo, ma con un’offerta di servizi disomogenea sul piano nazionale.  Che fare? “Non si può sintetizzare in una sola azione ciò che è necessario e possibile fare: prevenzione e presa in carico, pure se precoce, sono solo due dei possibili interventi” risponde Filomena Albano. 

Oltre all’incremento dei controlli tra 10 e 14 anni, l’Autorità garante ha suggerito – al compimento del 14° anno di età – che i pediatri trasmettano al medico di famiglia la scheda clinica dei ragazzi. Chieste campagne di sensibilizzazione, in particolare tra le giovani in età fertile, per informare i ragazzi sulle conseguenze dell’abuso di alcol. L’Autorità garante ha raccomandato di promuovere il rafforzamento dell’autostima degli studenti e di coinvolgere gli adolescenti nella costruzione di siti e campagne di informazione. Chiesti corsi di formazione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza per gli agenti impegnati nei controlli. Suggeriti l’aggiornamento delle tabelle delle sostanze stupefacenti, l’analisi dell’applicazione dell’art. 75 del DPR 309/90 e la diffusione delle prassi più interessanti attivate dai Servizi sociali delle Prefetture a fini dissuasivi. Da attribuire, infine, alle unità mobili di prossimità anche la competenza a promuovere sani stili di vita.

Zigzagando tra i diritti, la Consulta dei ragazzi affiancata dai più piccoli

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia) ha ascoltato ieri i suoi “consulenti” più piccoli, riuniti per l’occasione in Commissioni bambino e Redazioni locali. Si tratta di studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, che ieri si sono ritrovati nella sede dell’Autorità a Roma. Un incontro che ha visto protagonisti circa 180 ragazzi, i quali hanno illustrato il loro lavoro di preparazione, studio, partecipazione svolto a scuola con i docenti su tre diritti della Convenzione di New York: quello all’educazione, quello all’istruzione e quello al gioco.  Un’attività realizzata in classe anche con l’intervento dei rappresentanti della Consulta dei ragazzi, costituita dalla Garante Filomena Albano sin dallo scorso anno per essere interpellata sui temi dei diritti delle persone di minore età.

La “plenaria” dei piccoli consulenti dell’Agia

L’occasione dell’incontro è stata offerta da “Zigzagando tra i diritti. La Consulta dei ragazzi, le Commissioni bambino e le Redazioni locali si raccontano”, una riunione plenaria che si è svolta ieri in contemporanea nel Parlamentino dell’Autorità garante e in quello del Cnel. I lavori sono stati moderati dagli stessi ragazzi della Consulta, i quali hanno dato la parola alla Garante, ai rappresentanti delle Commissioni e delle Redazioni provenienti dagli istituti comprensivi “De Finetti”, “Palombini” e “Rosmini” di Roma. Sono stato presentati elaborati, canzoni originali sul tema dei diritti e riflessioni. Per i bambini c’è stata l’opportunità di confrontarsi a tu per tu con Filomena Albano esprimendo desideri, bisogni e opinioni.

Un ascolto istituzionale arricchito

La Convenzione di New York sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza pone tra i suoi principi centrali quello dell’ascolto e della partecipazione delle persone di minore età” ricorda la Garante Filomena Albano. “Si arricchisce così la positiva esperienza della Consulta dei ragazzi, che ha supportato con le proprie raccomandazioni l’Autorità in numerosi pareri, da quelli sui diritti dei figli nella separazione dei genitori a quelli sull’età del consenso digitale. A essere coinvolti ora sono stati i bambini più piccoli, a partire dal primo anno della Primaria, scuola nelle quali sono state realizzate Commissioni bambino, mentre le Redazioni locali si sono costituite in alcune classi delle Secondarie di primo grado. Insieme alla Consulta hanno offerto elementi importanti per chi, come l’Autorità garante, esercita l’ascolto istituzionale, che consiste appunto nel cogliere dalla viva voce dei minorenni le loro esigenze e portarle all’attenzione delle istituzioni”.

Galleria

#PalermoChiamaItalia, l’Autorità garante: “La legalità inizia dalla conoscenza dei diritti dei più piccoli”

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, sulla Nave della legalità in partenza il 22 maggio da Civitavecchia. Durante la navigazione previsto l'incontro con gli studenti assieme alle altre autorità presenti a bordo. In programma, nell'occasione, la consegna agli alunni delle scuole primarie presenti una copia dei volumi “Viaggio alla scoperta dei diritti dei bambini” e “La Costituzione italiana raccontata ai ragazzi”. Sempre nell’ambito della manifestazione #PalermoChiamaItalia, promossa da Miur e Fondazione Falcone, la Garante Albano partecipa alle celebrazioni istituzionali che si terranno a Palermo nell’Aula bunker dell’Ucciardone, luogo simbolo del maxiprocesso a Cosa Nostra.

“L’incontro con gli studenti presenti a bordo della Nave della legalità è un’opportunità per aiutare i più giovani a prendere consapevolezza dei diritti di cui sono titolari: conoscere i diritti è infatti il primo passo per difenderli e chiedere che siano attuati. Questo non solo nei rapporti con gli adulti ma anche in quelli tra coetanei. La cultura della legalità inizia dal rispetto dell’altro, delle regole e dei valori della convivenza civile e della cittadinanza attiva. Bambini e ragazzi consapevoli dei loro diritti rappresentano un primo presidio di legalità. È però responsabilità di noi adulti e delle istituzioni offrire modelli educativi che possano essere punti di riferimento, guidando i ragazzi in un percorso di crescita rispettoso di quello sviluppo sano che richiede la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino rappresentano in questo senso due figure esemplari”.   

Giocare tutti, nessuno escluso: “Organizzate eventi inclusivi per il 28 maggio, Giornata mondiale del gioco”

Il 28 maggio si celebrerà la “Giornata mondiale del gioco”. Per l’occasione l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha lanciato “Giocare tutti, nessuno escluso”, un invito a far giocare insieme tutti. Nessuno escluso, appunto. Si tratta di un’iniziativa rivolta a tutti coloro che, per la giornata mondiale, organizzeranno laboratori di gioco e/o di lettura ad alta voce per bambini e ragazzi con disabilità insieme agli altri coetanei. L’invito è quindi di segnalare all’indirizzo eventi@garanteinfanzia.org le iniziative intraprese, inviando questo modulo (scarica). Gli eventi inclusivi saranno resi noti sul sito dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e su quelli delle associazioni, società scientifiche ed enti aderenti in modo da agevolare la maggior partecipazione possibile di ragazzi e bambini.

L'iniziativa è promossa in collaborazione con Sinpia (Società italiana di neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza).

“Giocare tutti, nessuno escluso” è stato lanciato il 9 maggio scorso in occasione della presentazione del documento di studio e proposta “Il diritto al gioco e allo sport dei bambini e dei ragazzi con disabilità”. “Trattare di diritto al gioco e allo sport dei bambini e dei ragazzi con disabilità – dice la Garante Filomena Albano – significa porre in rilievo che il gioco e lo sport sono diritti di tutti i bambini e che per tutti quindi occorre garantire pari opportunità di fruizione e di accesso, attraverso interventi capaci di bilanciare principi generali con principi di specificità e personalizzazione. Per fare questo, è necessario un investimento culturale che possa rendere davvero fruibile l’inclusione, consentendo a tutti di considerare la disabilità come una condizione con la quale si può convivere e con la quale si può condividere la quotidianità, le attività sportive, il gioco”.

Eventi in programma

 

4 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Ludica – laboratori di minima falegnameria giocosa
Darsena Pop up , dalle ore 16 alle ore 18

5 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Ludica – laboratori di minima falegnameria giocosa
Darsena Pop up , dalle ore 16 alle ore 18

9 maggio – Bosisio Parini (Lc) – Lo sport a colori. Attività e giochi in amicizia
Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS E. Medea, Polo di Bosisio Parini
Attività ludiche e sportive
Associazione La Nostra Famiglia, dalle ore 9 alle 16

10 maggio – Marina di Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Marinando sbarca a scuola
Marina di Ravenna, dalle ore 9.30 alle ore 12.30

12 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Ludica in festa. Animazione ludica  pomeridiana e serale con proiezione di “Immagini di infanzia in gioco”, ispirato al Manifesto
“Diritti naturali di bimbe e bimbi” di GZF

Darsena Pop up , dalle ore 16

16 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Festa del gioco decentrata presso la scuola primaria Muratori

17 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Festa del gioco decentrata presso la scuola primaria Muratori

22 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Festa del gioco decentrata presso la scuola dell’infanzia Monti

24 maggio – Udine – Giornata mondiale del gioco 2019 – Udine
ALI PER GIOCARE – Associazione italiana dei Ludobus e delle Ludoteche
Giornata di formazione nell’ambito del Progetto Europeo URBACT “Il paradigma del gioco”
Casa della Contadinanza-Castello di Udine, dalle ore 9 alle ore 13

25 maggio – Udine – Giornata mondiale del gioco 2019 – Udine
ALI PER GIOCARE – Associazione italiana dei Ludobus e delle Ludoteche
Giornata di formazione nell’ambito del Progetto Europeo URBACT “Il paradigma del gioco”
Casa della Contadinanza-Castello di Udine, dalle ore 9 alle ore 13
“Il gioco scende in piazza”. Attività di gioco all’aperto con i Ludobus
Centro storico di Udine, dalle ore 16 alle ore 20

25 maggio – Ravenna – Oggi dove posso giocare? Regolamenti e gioco nei cortili. La città dei bambini
Tavolo inter associativo, che presiede al progetto della Festa del gioco di Ravenna e forese
Convegno pubblico sul tema del diritto al gioco “Regolamenti e gioco nei cortili”
Planetario – sala conferenze, dalle ore 9.30 alle ore 12.30

25 maggio – Napoli – Giornata mondiale del gioco
Comune di Napoli – Assessorato alle politiche sociali (servizio politiche per infanzia e adolescenza)
Attività ludiche, laboratori, letture, spettacoli, giochi motori, giochi sensoriali, realizzati nell’ambito della terza edizione del progetto “Una città per giocare”
Villa comunale, dalle ore 10 alle ore 18

25 maggio – Udine – Giornata mondiale del gioco
Comune di Udine
Attività ludiche, laboratoriali e motorio-sportive
Ludoteca comunale, dalle ore 16 alle 20

26 maggio – Ravenna - Festa del diritto al gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Settima edizione della festa del diritto al gioco con cena conviviale
Parco delle mani fiorite di Ravenna, dalle ore 15.30

27 maggio – Gaeta -  Giocare tutti, nessuno escluso
Associazione di volontariato Ernesto
Nell’ambito della manifestazione “Il maggio dei libri”, le classi della I media dell’I.C. Carducci parteciperanno a letture sul tema del gioco. Al termine ciascuno, racconterà in un laboratorio di scrittura il proprio gioco preferito da piccolo e oggi.
Biblioteca comunale di Gaeta, dalle ore 10 alle ore 12

28 maggio – Gaeta (Lt) - Giocare tutti, nessuno escluso
Associazione di volontariato Ernesto
Nell’ambito della manifestazione “Il maggio dei libri”, le classi della I media dell’I.C. Carducci parteciperanno a letture sul tema del gioco. Al termine ciascuno, racconterà in un laboratorio di scrittura il proprio gioco preferito da piccolo e oggi.
Biblioteca comunale di Gaeta, dalle ore 10 alle ore 12

28 maggio – Milano – Gruppo di confronto per genitori e insegnanti sul gioco per bambini con disabilità
UONPIA-Osp. Policlinico Milano
Attività laboratoriali pensate per permettere ai bambini con disabilità di giocare e sperimentarsi, in compagnia di coetanei.
UONPIA, dalle ore 10.30 alle ore 12

Gruppo di confronto in cui gli operatori della UONPIA aprono le porte ai genitori e agli insegnanti interessati a discutere e condividere idee, preoccupazioni, dubbi e domande su come giocare con i loro bimbi.
UONPIA, dalle ore 17 alle ore 18.30

28 maggio – Cremona - Parent training “gioca con me”
Ambulatorio Minori Fondazione Sospiro
La partecipazione è rivolta ai familiari dei minori in carico all’Ambulatorio che stanno frequentando un parent training finalizzato ad incrementare il gioco spontaneo, le abilità sociali e l’ampliamento degli interessi di bambini con diagnosi di autismo e/o disabilità intellettiva.
Ambulatorio Minori di Fondazione Sospiro con sede a Spinadesco, dalle 8.30 alle 10.00 e dalle 14.00 all3 15.30

28 maggio – Acireale (Ct) - Ospedale S.Marta e S.Venera di Acireale
Attività di animazione con un laboratorio ludico congiunto al fine di utilizzare la valenza del gioco nel ridurre lo stress dell'ospedalizzazione
Ludoteca della UOC di Pediatria, dalle 10.30 alle 12.30

28 maggio – Catania – UO  Centro Autismo
Percorsi ludico-sportivi insieme ad un laboratorio ludico che utilizza tecnologie digitali di realtà immersiva, al fine di favorire percorsi abilitativi e per favorire la pratica delle discipline sportive in contesti inclusvi
UO  Centro Autismo, dalle ore 15 alle 17

28 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Festa del gioco decentrata presso la scuola primaria C. Balella di Piangipane

28 maggio – Como – Giochi senza barriere
Associazione per il bambino in ospedale
Attività ludiche nel reparto di pediatria a cura dei volontari di Abio Como
Pediatria Ospedale Sant. Anna, dalle ore 10.30 alle 12.30

28 maggio – Genova Sestri Ponente – Chi legge… a chi?
Coop Liguria
Laboratorio di lettura ad alta voce per grandi e piccini
Biblioteca del Centro di Orientamento ai Consumi di Coop Liguria, dalle ore 17 alle 18

28 maggio – Brindisi – Salta le barriere
Associazione la Nostra Famiglia – Centro di riabilitazione di Brindisi
Laboratori ludici con l’attrezzatura messa a disposizione dal punto vendita Decathlon di Brindisi
Associazione la Nostra Famiglia, dalle ore 10 alle 11.30

28 maggio – Ostuni (Br) – Insieme si può
Associazione la Nostra Famiglia – Sede di Ostuni (BR)
Laboratori ludici
Associazione la Nostra Famiglia, dalle ore 10 alle 11.30

28 maggio – Udine – Tutti in palestra
Associazione la Nostra Famiglia di Pasian di Prato (Udine)
I bambini della scuola primaria del Presidio di Riabilitazione La Nostra Famiglia parteciperanno ad attività sportive e al Gioco dell’Oca umano che coinvolgerà bambini e docenti.
Palazzetto dello sport comunale, nelle ore pomeridiane

28 maggio – Udine – I cinque sensi
Associazione la Nostra Famiglia di Pasian di Prato (Udine)
I bambini del settore educativo materne del Presidio La Nostra Famiglia parteciperanno ad attività legate alla stimolazione sensoriale con prevalenza di quella visiva e tattile. È prevista anche una lettura parteciapata.
Presidio La Nostra Famiglia, nelle ore mattutine

28 maggio – Udine – Giocare insieme
Associazione la Nostra Famiglia di Pasian di Prato (Udine)
I bambini del settore educativo prescolare del Presidio La Nostra Famiglia incontreranno i bambini della scuola del Comune di Pasian di Prato e trascorreranno la giornata tra giochi e letture facilitate.
Presidio La Nostra Famiglia, nelle ore mattutine

28 maggio – Afragola (Na) – Giornata mondiale del gioco – Giocare tutti, nessuno escluso – Laboratorio di scrittura creativa
Associazione UN PASSO INSIEME
Laboratorio di scrittura creativa.
Associazione UN PASSO INSIEME, dalle ore 9 alle 17

28 maggio – Condofuri (Rc) – Storie in gioco
Volontari del Progetto locale Nati per Leggere “Meletàme ismia” con il Comune do Condofuri
Attività laboratoriali e letture ad alta voce con l’ausilio dei libri-gioco
Scuola dell’infanzia statale-Plesso di Condofuri Marina, dalle ore 9.30 alle 11.30

28 maggio – Piossasco (To) – Piccoli veterinari
Bimbi e Animali - APS
Attività laboratoriali e attività assistite con gli animali.
Scuola dell’infanzia San Vito a Piossasco, dalle ore 10.45 alle 11.45
Sede legale e operativa Bimbi e Animali – APS, dalle ore 17 alle 18

28 maggio – Catania – Disabilità. Giocare è un diritto, soprattutto per i ragazzi e i bambini con  disabilità
UOC di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Ospedale di Acirreale
Attività laboratoriali e ludiche
Ludoteca dell’Ospedale “Santa Marta e Santa Venera”, dalle ore 10.30 alle 12.30
Percorsi ludico-sportivi
Centro Autismo di Catania, dalle ore 15 alle 17

28 maggio – Trieste – Giocare tutti, nessuno escluso! Letture, giochi e riflessioni sull’inclusione
Centro per la Salute del Bambino Onlus – Un Villaggio per Crescere Trieste
Attività laboratoriali
Distretto sanitario n.3 di Trieste, dalle ore 16.30 alle 18.30

28 maggio – Lecco – Triathlon dei giochi
Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco)
Attività laboratoriali e di gioco di squadra
Servizio residenziale terapeutico e riabilitativo per minori dell’Associazione La Nostra Famiglia, dalle ore 9 alle 18

28 maggio – Bosisio Parini (Lc) – Divertiti con noi
Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS E. Medea, Polo di Bosisio Parini
Attività di gioco, laboratorio, lettura per bambini e ragazzi ricoverati presso l’Associazione
Associazione La Nostra Famiglia, dalle ore 17.30 alle 19

29 maggio – Piossasco (To) – Piccoli veterinari
Bimbi e Animali - APS
Attività laboratoriali e attività assistite con gli animali
Scuola dell’infanzia San Vito a Piossasco, dalle ore 10.45 alle 11.45
Sede legale e operativa Bimbi e Animali – APS, dalle ore 17 alle 18

29 maggio – Bosisio Parini (Lc) – Orienteering
Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS E. Medea, Polo di Bosisio Parini
Attività ludiche
Associazione La Nostra Famiglia

29 maggio – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Festa del gioco decentrata presso la scuola primaria Mordani

30 maggio – Bosisio Parini (Lc) – Nordic Walking
Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS E. Medea, Polo di Bosisio Parini
Attività sportiva organizzata per ragazzi del Centro di Formazione Professionali con l’istruttrice Daniela Crosina del Team Triangolo Lariano Lago di Como
Associazione La Nostra Famiglia, dalle ore 13 alle 14

30 maggio – Piossasco (To) – Piccoli veterinari
Bimbi e Animali - APS
Attività laboratoriali e attività assistite con gli animali
Scuola dell’infanzia San Vito a Piossasco, dalle ore 10.45 alle 11.45
Sede legale e operativa Bimbi e Animali – APS, dalle ore 17 alle 18

30 maggio – Crema (Cr) – Scuola calcio
Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza –ASST Crema
10 cicli di incontri bimestrali
Centro San Luigi, dalle ore 14 alle 15

31 maggio – Piossasco (To) – Piccoli veterinari
Bimbi e Animali - APS
Attività laboratoriali e attività assistite con gli animali
Scuola primaria "Gramsci" di Piossasco, dalle ore 11.30 alle 12.30
Sede legale e operativa Bimbi e Animali – APS, dalle ore 17 alle 18

2 giugno – Quarto Inferiore - Granarolo (Bo) – “La difesa di JEDI” un’avventura nel mondo si Star Wars giocabile da tutti
Associazione Arca Comunità l’Arcobaleno onlus
Giochi di ruolo con minifigures LEGO e CAA
Associazione Arca Comunità l’Arcobaleno onlus, dalle ore 16 alle 18.30

5 giugno – Ravenna – Maggio in gioco
Assemblea legislativa Emilia Romagna – Comune di Ravenna (Assessorati Pubblica Istruzione Infanzia e Adolescenza)
Festa del gioco decentrata presso la scuola primaria M. Bartolotti di Savarna

24 giugno al 24 luglio (ogni lunedì) – Bosisio Parini (Lc) – DIN@MICI GAMES
Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS E. Medea, Polo di Bosisio Parini
Attività sportive: Staffetta basket, Gymtrack, Gare di Nuoto, Bowling, Giochi in acqua, Svuota basket, Palla prigioniera, Torneo di basket, Calcio
Associazione La Nostra Famiglia, dalle ore 9.30 alle 15

(ultimo aggiornamento: 29 maggio 2019, ore 10:40)

Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori anche in spagnolo

La “Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori” è da oggi anche in lingua spagnola. Il documento dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, così come la locandina tradotta, è scaricabile in pdf  dal nostro sito al seguente link: bit.ly/derechos-hijos

La Carta de los derechos de los hijos en la separación de los padres è la seconda versione in lingua straniera, dopo quella inglese, realizzata dall'Autorità garante. Un impegno di rilievo, quello di traduzione, per garantire la diffusione all’estero di documenti ed iniziative promettenti e allo stesso modo rendere disponibile anche a bambini e ragazzi di origine straniera presenti in Italia  questo documento a tutela dei loro diritti.

Cyberbullismo, il 13 maggio a Pordenone il progetto “Off Line” dell’Agia

“Off Line – La vita oltre lo schermo”, il progetto nazionale itinerante promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza contro bullismo e cyberbullismo arriva a Pordenone. Lunedì 13 maggio, a partire dalle ore 9, oltre 850 studenti di otto scuole secondarie prenderanno parte all’incontro condotto dal giornalista e storyteller Luca Pagliari all’interno dell’Auditorium Concordia di via Interna 2. Si tratta della quinta tappa, dopo quella di Perugia, Forlì e Como del tour che la Garante Filomena Albano ha inaugurato a Napoli lo scorso 26 febbraio.

Nel corso dell’evento sarà proiettato il docufilm “dodicidue” basato sulla vera storia di Alice, vittima per tre anni di vessazioni e maldicenze. Le sequenze saranno accompagnate dalla narrazione di Luca Pagliari, che al termine dell’incontro inviterà i ragazzi a uno scambio di opinioni e di esperienze.

Saranno presenti gli studenti del Liceo scientifico “Michelangelo Grigoletti”, dell’Istituto comprensivo “Jacopo di Porcia”, della scuola “Innovazione Apprendimento Lavoro” di Pordenone e di Udine, dell’Istituto comprensivo “Elisabetta Vendramini”, dell’Istituto tecnico settore tecnologico “John Fitzgerald Kennedy”, del Liceo classico, scientifico, sociopedagogico “Leopardi – Majorana”, dell’Istituto tecnico del settore economico “Odorico Mattiussi” e dell’Istituto professionale industriale “Lino Zanussi”.

Pagine