Cyberbullismo, il progetto “Off Line” dell’Autorità garante arriva ad Aosta

Con l’avvio dell’anno scolastico riprende anche “Off Line – La vita oltre lo schermo”, il progetto nazionale itinerante promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza contro bullismo e cyberbullismo. La prossima tappa è in programma venerdì 27 settembre ad Aosta - a partire dalle ore 9 – e vedrà la partecipazione di oltre 600 studenti di sei scuole secondarie aostane.

Nel corso dell’incontro, condotto dal giornalista e storyteller Luca Pagliari, sarà proiettato il docufilm “dodicidue” basato sulla vera storia di Alice, vittima per tre anni di vessazioni e maldicenze. Le sequenze saranno accompagnate dalla narrazione di Pagliari, che al termine dell’incontro inviterà i ragazzi a uno scambio di opinioni e di esperienze.

“Abbiamo promosso il progetto “Off Line” per scuotere le coscienze - dice la Garante Filomena Albano – perché bullismo e cyberbullismo si possono vincere solo se si aiutano i ragazzi a trovare il coraggio di parlare: il racconto di Alice infatti può far comprendere che la sofferenza e il disagio si possono superare condividendo il dolore e denunciando i soprusi subiti. Allo stesso modo – aggiunge la Garante – ci auguriamo che quanto accadrà in sala possa essere di stimolo, per chi compie atti di bullismo o vi assiste, a prendere consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni e a capire che si è responsabili non per qualcosa ma verso qualcuno”.

Saranno presenti il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Valle d’Aosta Enrico Formento Dojot e gli studenti del Liceo classico, artistico e musicale; dell’Istituto orfanotrofio salesiano Don Bosco; dell’Istituto di istruzione tecnica Innocent Manzetti; dell’Istituto tecnico-professionale regionale Corrado Gex; del Liceo delle scienze umane e scientifico Regina Maria Adelaide; del Liceo scientifico e linguistico Edouard Bérard.