Cyberbullismo, nuova tappa del progetto “Off Line” dell’Autorità garante a Verona

Prosegue il suo itinerario per l’Italia “Off Line – La vita oltre lo schermo”, il progetto nazionale promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza contro bullismo e cyberbullismo. Il prossimo appuntamento sarà ospitato lunedì 14 ottobre, a partire dalle ore 9, dal teatro Santa Teresa di Verona (via Molinara, 23). Vi prenderanno parte quasi 700 studenti di sette scuole superiori.

Nel corso dell’incontro, condotto dal giornalista e storyteller Luca Pagliari, sarà proiettato il docufilm “dodicidue” basato sulla vera storia di Alice, vittima per tre anni di vessazioni e maldicenze. Le sequenze saranno accompagnate dalla narrazione di Pagliari, che al termine dell’incontro inviterà i ragazzi a uno scambio di opinioni e di esperienze.

“L’idea di fondo che muove il progetto – dice la Garante Filomena Albano – è quella di colpire le coscienze e spingere ragazzi a parlare, perché solo in questo modo è possibile vincere bullismo e cyberbullismo. Ci auguriamo infatti che attraverso la conoscenza della storia di Alice i ragazzi possano comprendere che sofferenza e disagio possono essere affrontati condividendo il dolore e denunciando i soprusi subiti. Allo stesso modo speriamo che quanto accadrà in sala possa essere di stimolo, per chi compie atti di bullismo o vi assiste, a prendere consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni”.

Saranno presenti gli studenti del dell’istituto tecnico “Marco Polo”, dell’istituto comprensivo VR12 “Golosine”, dell’istituto comprensivo Verona 10 (Borgo Roma Est), dell’istituto professionale per i servizi commerciali “Michele Sanmicheli”, del liceo artistico “Nani Boccioni”, del liceo scientifico Galileo Galilei e dell’educandato “Agli Angeli”.