30° della Convenzione di New York: “Diritti in crescita”

Diritti in crescita. Nuove sfide per l’infanzia e l’adolescenza” è il titolo del convegno svoltosi oggi a Roma all’Auditorium dell’Ara Pacis in occasione del 30° anniversario dell’adozione della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del 20 novembre. Sei le tavole rotonde, animate da esperti, rappresentanti delle istituzioni e del terzo settore che hanno fatto il punto sul presente e sul futuro dei diritti di bambini e ragazzi in Italia.

I diritti, punti fermi in crescita

I diritti sono punti fermi. Nella società in evoluzione i diritti conferiscono stabilità, consentono di mantenere una direzione certa” ha detto l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia), Filomena Albano, organizzatrice dell’evento nell’illustrare il titolo del convegno. “I diritti sono compatti e non polverizzati, sono effettivi, sono di tutti. Non sono soggetti a delimitazioni, eccezioni, relativizzazioni, distinzioni, esclusioni. Possono solo essere oggetto di ‘bilanciamento’ laddove ne coesista più d’uno, attraverso un’analisi attenta di tutti gli elementi del caso, condotta di volta in volta. Ma sono in crescita perché in 30 anni sono emersi nuovi bisogni e nuove vulnerabilità che devono essere intercettate al fine di individuare nuove forme di tutela corrispondenti a nuovi diritti”. La Garante ha inoltre sottolineato che l’attuazione dei diritti va compiuta in chiave evolutiva e che lo strumento per far ciò è il principio del “superiore interesse del minore” che attraversa l'intera Convenzione, ne costituisce l’anima e consente di parlare di “diritti in crescita”. Resta fermo che i diritti devono essere tutti realizzati e garantiti e nei confronti di tutte le persone di minore età. “Non uno di meno”.

Una campagna radio-tv, i social e un volume

Nel corso di “Diritti in crescita” è stata proiettata l’anteprima della campagna radio-tv e social per il 30° anniversario della Convenzione di New York, realizzata in collaborazione con il Dipartimento per l’editoria e l’informazione e trasmessa da domani sulle reti Rai. È stato presentato il volume “La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: conquiste e prospettive a 30 anni dall’adozione”. A firmare i contributi docenti e ricercatori universitari. La presentazione è stata fatta dal professor Fausto Pocar dell’Università degli studi di Milano. Presentata anche la traduzione del commento generale ONU n. 14  sul superiore interesse di bambini e ragazzi curata da Agia, Cidu e Unicef.

Gli interventi istituzionali

I lavori sono stati aperti dalla Presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, Licia Ronzulli e dall’Autorità garante Filomena Albano.  Nel corso della giornata è intervenuto il ministro alle Politiche giovanili e sport, Vincenzo Spadafora. Videomessaggio del ministro Elena Bonetti (Pari opportunità e la famiglia) e indirizzo di saluto di Alfonso Bonafede (Giustizia), espresso da Gemma Tuccillo, capo del Dipartimento per la giustizia minorile. Hanno portato i loro contributi i sottosegretari Francesca Puglisi (Lavoro e politiche sociali), Carlo Sibilia (Interno), Giuseppe De Cristofaro (Miur), che ha portato il saluto del ministro Lorenzo Fioramonti, e Sandra Zampa (Salute). Messaggi di saluto dai sottosegretari Stanislao Di Piazza (Lavoro e politiche sociali)  e Lucia Azzolina (Miur). 

Per il Consiglio superiore della magistratura è intervenuta la consigliera Alessandra Del Moro. L’assessora alle politiche alla persona scuola e comunità solidale Veronica Mammì  ha portato i saluti Virginia Raggi, sindaca di Roma Capitale, che ha messo a disposizione gli spazi dell’Auditorium dell’Ara Pacis.

Le sei tavole rotonde

Sei gli ambiti tematici al centro delle tavole rotonde di “Diritti in crescita”.  

1. “Una città a misura di bambino” è stato moderato da Raffaela Milano, direttrice programmi Italia – Europa di Save the Children Italia. Sono intervenuti: Ilaria Antonini, capo Dipartimento per le Politiche della famiglia, Carlo Borgomeo, presidente di “Con i bambini” e Gianluigi De Palo, presidente nazionale Forum associazioni familiari.

2. “Rafforzare il sistema di prevenzione e protezione”, moderato dalla giornalista di “Vita” Sara De Carli, ha raccolto gli interventi di Maria Francesca Pricoco, presidente AIMMF, Andrea Mascherin, presidente CNF - Consiglio nazionale forense, Gianmario Gazzi, presidente CNOAS - Consiglio nazionale assistenti sociali, Samantha Tedesco, Sos Villaggi dei bambini e Marco Giordano, Tavolo nazionale affido.

3. “L’inclusione dei minorenni vulnerabili”, sempre moderato da Sara De Carli, è stato l’argomento discusso da Carlotta Sami, portavoce UNHCR per il Sud Europa, Gianni Fulvi, presidente CNCM - Coordinamento nazionale delle comunità per minori, Gianluca Guida, direttore Istituto penale per minorenni di Nisida e SiMohammed Kaabour, presidente CONNGI - Coordinamento nazionale nuove generazioni italiane.

4. “Il contrasto alla povertà educativa” è stato l’argomento con cui nel pomeriggio sono ripresi i lavori di “Diritti in crescita”. A parlarne Roberto Di Bella, presidente del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, Anna Riatti, coordinatrice Unicef programma per minorenni migranti e rifugiati in Italia, don Luigi Ciotti, Presidente “Libera” e Tiziana Catenazzo, coordinatrice scuole polo regionali per la scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare. A moderare Arianna Saulini, portavoce Gruppo CRC.

5. “La tutela del benessere e la promozione di sani stili di vita” con moderatore il presidente della SIP - Società italiana pediatria, Alberto Villani, ha registrato gli interventi di Paolo Petralia, presidente AOPI - Associazione degli ospedali pediatrici italiani, Matteo Lancini dell’Università degli Studi di Milano Bicocca e Maurizio Fiasco dell’Università di Roma “Sapienza”.

6. “Uno sguardo al futuro: la Convenzione riscritta dai ragazzi” è stata la tavola rotonda conclusiva, moderata da rappresentanti dalla Consulta delle ragazze e dei ragazzi dell’Autorità garante. Ad aprirla la proiezione del video Queencubo dei cori dei licei "Albertelli", "De Sanctis", "Keplero" e "Visconti" di Roma diretti da Dodo Versino che hanno ricevuto un riconoscimento dalle mani della Garante Filomena Albano e dal ministro Vincenzo Spadafora. È stata presentata la traduzione del commento generale ONU sul superiore interesse di bambini e ragazzi. Sono intervenuti Fabrizio Petri, presidente CIDU – Comitato interministeriale per i diritti umani, Paolo Rozera, direttore generale del Comitato italiano per l’Unicef. Illustrate le proposte dei ragazzi del progetto ENYA (European Network of Young Advisors) e della Consulta dell’Autorità garante.

Diritti in crescita per immagini