twitter

Segnalazioni

Una delle principali forme di tutela affidate all'Autorità garante è la possibilità di segnalare violazioni o rischi di violazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti di cui venga a conoscenza, d’ufficio o perché qualcuno gliele comunica (legge 112/2011).

Fin dalla sua istituzione, l’Ufficio del garante ha ricevuto segnalazioni da parte di singoli, famiglie, istituzioni, associazioni e strutture che si occupano di bambini e di adolescenti. Non essendo prevista dalla legge la possibilità di un suo intervento sui procedimenti, è stato avviato un attento lavoro di collaborazione con le istituzioni competenti (principalmente Ministeri, Comuni, servizi sociali, istituzioni scolastiche, tribunali), per assicurare che le segnalazioni ricevano la dovuta attenzione e, ove possibile, delle risposte concrete volte alla risoluzione delle problematiche rappresentate.

L’attività dell’Ufficio è finalizzata a definire procedure efficaci che, nel rispetto della legge e delle competenze, possano valorizzare e massimizzare le sinergie e il lavoro di mediazione tra i soggetti coinvolti. A questo scopo sono stati avviati momenti di confronto con rappresentanti dei soggetti istituzionali coinvolti nei casi maggiormente segnalati all’Autorità (giudici, pubblici ministeri, assistenti sociali, psicologi, avvocati, pediatri).

Se una segnalazione pervenuta all’Autorità garante riguarda fatti accaduti e/o soggetti residenti in una delle regioni o provincie autonome ove sono presenti i Garanti, essa viene inoltrata al Garante competente per territorio.

Come raccomandato anche a livello internazionale, dal 2014 la Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ha predisposto uno strumento al fine di consentire la raccolta e l’analisi, quantitativa e qualitativa, di dati statistici, finora non disponibili, sulla tipologia delle segnalazioni ricevute e sulle principali criticità che arrivano all’attenzione dei Garanti.

Più dettagliatamente, la legge istitutiva ha previsto tra i compiti dell’Autorità garante di:

  • segnalare al Governo, alle Regioni o agli Enti locali e territoriali interessati, negli ambiti di rispettiva competenza, tutte le iniziative opportune per assicurare la piena promozione e tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con particolare riferimento al diritto alla famiglia, all’educazione, all’istruzione, alla salute;

  • prendere in esame, anche d’ufficio, situazioni generali e particolari delle quali è venuta a conoscenza in qualsiasi modo, in cui è possibile ravvisare la violazione, o il rischio di violazione, dei diritti delle persone di minore età, comprese quelle dei mezzi di informazione, eventualmente segnalandole agli organismi cui è attribuito il potere di controllo o di sanzione;

  • segnalare in casi di emergenza, alle autorità giudiziarie e agli organi competenti, la presenza di persone di minore età in stato di abbandono al fine della loro presa in carico da parte delle autorità competenti;

  • segnalare alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni situazioni di disagio delle persone di minore età, e alla Procura della Repubblica competente, abusi che abbiano rilevanza penale o per i quali possano essere adottate iniziative di competenza.

Chiunque può rivolgersi all’Autorità garante inviando la sua segnalazione all’indirizzo di posta elettronica dedicato: segnalazioni@garanteinfanzia.org