29
Gennaio
2016

La partecipazione dei ragazzi: proposte e raccomandazioni

Il documento della Consulta nazionale delle Associazioni e delle Organizzazioni

Questa pubblicazione raccoglie il frutto dei lavori del Gruppo Partecipazione della Consulta delle Associazioni e delle Organizzazioni, istituita dall'Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza per assicurare forme idonee di collaborazione e confronto con esse, in particolare con quelle più direttamente impegnate nella tutela dei diritti dei bambini e dei ragazzi. La partecipazione alla vita sociale e l’ascolto dei minorenni, sono tra i principi fondamentali della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Partecipare è un diritto. Riguarda tutti i soggetti di età minore: bambini, bambine, ragazzi e ragazze, compresi quelli che abbiano un qualche grado di disabilità - fisica, intellettiva e/o relazionale, mentale -, come sottolineato nella Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. Ha una significativa dimensione politica, diventa una sfida innanzitutto culturale. Qui viene intesa e proposta essenzialmente come dialogo: intanto tra ragazzi nel capire, elaborare, decidere quali sono le istanze da rivolgere agli adulti; e poi tra i ragazzi e gli adulti che se ne prendono cura, quelli che incontrano nelle Istituzioni, negli Enti locali, a Scuola, in Famiglia, nelle Associazioni. Bambini e ragazzi con un preciso ruolo sociale che va riconosciuto e valorizzato, soggetti titolari di diritti con cui imparare a dialogare con costanza e impegno.

Articoli correlati