twitter

Garanti in Europa

L’istituzione dei Garanti dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza è collegata all’attuazione della Convenzione Onu sui Diritti del fanciullo e dei successivi Commenti Generali, in particolare il Commento Generale n. 2 del 2002 sul ruolo delle istituzioni nazionali indipendenti per i diritti umani in materia di promozione e protezione dei diritti dell’infanzia.

In Europa l’istituzione di uffici indipendenti è stata fortemente promossa dal Consiglio d’Europa, la cui “Strategia europea per i diritti dei bambini” del 1996 propone la nomina nei Paesi membri di un difensore civico (Ombudsman) o l’istituzione di altre strutture indipendenti che possano farsi carico dei compiti necessari a migliorare la vita dei minori. Le caratteristiche delle Istituzioni di Garanzia per l’infanzia riflettono i principi definiti nella Risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite n. 48/134 del 20 dicembre 1993 nonché dei Principi di Parigi (annessi alla Risoluzione).

Gli obiettivi e le priorità delle istituzioni nazionali di garanzia variano rispetto alle condizioni dell’infanzia nei diversi Paesi.

La Rete Europea dei Garanti per l’Infanzia e l’Adolescenza (ENOC - European Network of Ombudspersons for Children), fondata nel 1997, riunisce, ad oggi, 43 autorità indipendenti di garanzia per l’infanzia in 35 Paesi europei al fine di:

  • incoraggiare l’attuazione della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo;
  • rafforzare il lavoro delle reti a sostegno delle politiche dell’infanzia;
  • condividere informazioni, approcci e strategie;
  • promuovere lo sviluppo di ulteriori autorità indipendenti dedicati ai minori.

Funzionalmente l’ENOC si avvale di un segretariato permanente che ha sede a Strasburgo, presso il Consiglio d’Europa; i suoi organi sono il Bureau e l’Assemblea Generale Annuale, che definisce il piano annuale di lavoro della Rete. L’ENOC si sostiene finanziariamente con i contributi dei membri, le donazioni, i contributi volontari o con progetti. Per poter aderire alla Rete, gli aspiranti membri devono conformasi agli standard per gli enti preposti alla tutela e promozione dei diritti delle persone di minore età, in linea con i Principi di Parigi.

La legge istitutiva 112/2011 attribuisce all’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza la collaborazione alle attività delle reti internazionali dei Garanti delle persone di minore età e alle attività di organizzazioni e di istituti internazionali di tutela dei minori e di promozione dei loro diritti.

L’ENOC organizza annualmente una Conferenza e un’Assemblea dei membri, nel corso delle quali vengono definiti i percorsi comuni. Ogni anno è dedicato a un tema prioritario sul quale si sviluppa un calendario di lavoro nei diversi Paesi. 

L’Italia è entrata a far parte della Rete ENOC nel 2012.